Autodesk Revit ARC

Famiglie parametriche per BIM

 

LIVE

Con Davide Siani

 

 

3 appuntamenti

Il Venerdì, dal 27 Maggio 2022

€ 299,00 IVA compresa

Con Bonifico, Paypal o Carta di Credito

Per collaborare a progetti BIM

Per collaborare in un progetto BIM saper modellare fagmiglie parametriche normali in Revit non è sufficiente.
Personalizzare le famiglie in un progetto BIM collaborativo significa saperle creare secondo le richieste del BEP/Capitolato Informativo, gli Usi del modello, i LOD, secondo l’organizzazione del framework di consegna. Non è solo questione di saperle parametrizzare.

BIM

ISO 19650 Stage 2 compliance.
UNI 11337 compliance.
PAS Level 2 compliance.

Model use

Record modeling, Design Authoring, 3D Detailing, 2D Documentation, Construction planning, Quantity Take-off, Life Cycle Assessment.

Hands-on

Ci saranno spiegazioni teoriche, ma anche tanta, tanta pratica. Metteremo le mani su Revit e lo useremo tutto il tempo per creare famiglie BIM di elementi progettuali e documentativi.

Caratteristiche

 

Costo

€ 299,00 IVA compresa.

Durata

3 giornate, il Venerdì dalle 9.30 alle 17.30.

Erogazione

Interamente con protocollo Smart Learning Live: lezioni frontali on-line, esercitazioni pratiche da eseguire con app o software, da consegnare tramite la piattaforma Volcano Classroom. Le istruzioni vengono inviate sull’email di iscrizione.

Termine iscrizioni

Venerdì 20 Maggio 2022.

Partecipazione

 

Date

Per essere pronti e operativi in estate.

  • Venerdì 27 Maggio 2022, 9.30 – 17.30.
  • Venerdì 10 Giugno 2022, 9.30 – 17.30.
  • Venerdì 17 Giugno 2022, 9.30 – 17.30.

Condizioni di partenza

  • Numero minimo di partecipanti: 5*.
  • Numero massimo di partecipanti: 16*.

* In caso di mancato raggiungimento del numero minimo il workshop verrà annullato e la quota versata per l’iscrizione sarà interamente rimborsata.

Per collaborare con chi fa progetti BIM

Il BIM può essere fatto in diversi modi, per diversi obiettivi, a diversi livelli chiamati Stage.
Ma solo dal secondo è considerabile BIM vero: perché i processi di collaborazione che prevede portano al progetto l’efficienza per cui il Building Information Modeling è nato.
In Italia il mondo della progettazione ha iniziato a fare sul serio. Saper fare famiglie con Revit senza essere capaci di allinearle alle necessità di un progetto BIM significa perdere occasioni di collaborazioni importanti: gli studi più importanti sono già passati al secondo stage già da tempo.
E con l’abbassarsi delle soglie del Decreto BIM, anche la progettazione per le amministrazioni pubbliche dovrà essere sviluppata in BIM. 

Il programma degli appuntamenti

Cosa impareremo

 

Per frequentare il workshop è FONDAMENTALE saper già utilizzare Autodesk Revit e l’impostazione di famiglie di sistema quali Muri, Pavimenti, Tetti, Scale, elementi personalizzati attraversamento modellazione di solidi e vuoti; non è necessaria la conoscenza avanzata di Revit, nè della personalizzazione di famiglie caricabili, anche se una conoscenza pregressa è ben accetta.
Per aver eun metro di paragone, i pre-requisiti minimi coincidono con gli strumenti affrontati nel libro su Autodesk Revit scritto da Simone Pozzoli, Marco Bonazza e Werner Villa per la casa editrice Tecniche Nuove. Le argomentazioni saranno le basi di partenza dalle quali si svilupperà questo evento.

Autodesk Revit 2021, edizione Tecniche Nuove
Usi del modello

Nella prima parte faremo una doverosa introduzione ai progetti di ristrutturazione in Autodesk Revit integrati in un flusso BIM, comprendendone le implicazioni e la necessaria organizzazione delle fasi di progetto. Capiremo cosa sono gli Usi del modello e perché influiscono in modo radicale sul modo in cui è necessario sviluppare un elemento BIM personalizzato.

Case study: analisi di un progetto BIM Stage 2

Successivamente, prenderemo un caso studio di un progetto reale e capiremo come si realizza l’Information Modeling di una famiglia partendo dagli Usi del modello definiti nel BEP e nel Capitolato Informativo (UNI 11337), analizzando i LOD ai quali va sviluppata in base alla LOD Matrix, ponendo le corrette basi per evitare la sovramodellazione e quindi mantenere la famiglia stessa altamente efficiente.

Predisposizione IFC

Comprenderemo come il Level 2 del BIM, quello pienamente collaborativo, richieda di organizzare la strutturazione di geometrie e dati specificatamente perché possano essere sfruttati dal team di lavoro, spesso in un Common Data Enviroment. Parleremo del formato IFC, specificatamente per le famiglie caricabili di Revit, e inizieremo a comprenderne le particolarità e i limiti da conoscere per fare una buona pianificazione iniziale.

Il workflow di pianificazione delle famiglie

Una volta comprese le specifiche che la famiglia personalizzata deve avere per essere considerata allineata al progetto BIM, inizieremo ad affrontare le basi del workflow di sviluppo, partendo dalla pianificazione – importantissima per il raggiungimento degli obiettivi di leggerezza e funzionalità – fino alla scelta del template e dell’origine. Parleremo di Tipi e Istanze, del ruolo di linee modello, linee di riferimento, piani di riferimento e linee di simboli, iniziando a capire quali controlli ci mettono a disposizione. Muoveremo i primi passi impostando una struttura funzionale ed efficiente utilizzando parametrizzazioni sia basilari, sia avanzate.
Utilizzeremo strumenti svilupati internamente da Volcano High per facilitare la progettazione di famiglie avanzate e con diversi livelli di nidificazione.

Sviluppo della famiglia parametrica

Nel “core” del workshop svilupperemo la famiglia usando la creazione di elementi personalizzati con solidi e vuoti parametrici, vincoli relazionali e parametri dimensionali, condivisi e di progetto. Aumenteremo leggerezza ed efficienza con tecniche avanzate quali la nidificazione dei componenti, formule condizionali e, perché no, dei metodi creativi di problem solving.

Sfrutteremo in profondità tecniche avanzate per  raggiungere il massimo risultato in termini di efficienza: l’uso di parametri condivisi e di progetto, la nidificazione dei componenti in base all’Uso del modello e i LOD, il loro collegamento tramite parametri, la creazione di controlli per visibilità, autodimensionamento, intercambiabilità e per le associazioni di materiali variabili richieste dalle specifiche tecniche

Il wrap e la consegna al cliente

Lo sviluppo della famiglia personalizzata non è tutto. Manca ancora la consegna al cliente, che non è una fase da sottovalutare: in un workflow BIM non si limita alla sola consegna del file .Rfa, ma al confezionamento di un vero pacchetto da integrare nel progetto: concluderemo il workshop facendo il wrap di file, parametri condivisi rispondenti agli standard del BEP, nomenclatura degli elementi di struttura e dati parametrici, formati di interscambio .Ifc, allegando tutta la documentazione necessaria alla fruizione. Tutto quello che serve a poter caricare la tua nuova famiglia in una vera libreria per il BIM condiviso.

*Il programma potrebbe subire leggere variazioni in base all’andamento generale degli allievi dell’intera classe. Rimane garantito il rispetto degli argomenti elencati.

Davide Siani

Con

Davide Siani

BIM Consultant e istruttore ufficiale Autodesk di Volcano High, insegna nel MasterKeen ed effettua consulenze per grandi clienti della scuola. 

È stato BIM Specialist e BIM Coordinator in Mpartners e CMB, due grandi player del panorama nazionale, gestendo il flusso di lavoro BIM.

A affidiamo la crescita delle nuove generazioni di progettisti BIM che devono imparare a utilizzare Revit per lo sviluppo di progetti architettonici e strutturali. È un istruttore con grandi doti di insegnamento, e capacità progettuale pratiche sviluppate nel lavoro quotidiano, utilizzando Revit, affiancando i clienti nello sviluppo di progetti collaborativi.

Corso certificato Autodesk,attestato finale

Volcano High è una struttura ufficialmente certificata da Autodesk per la formazione sui propri prodotti e per la pubblicazione di opere editoriali ufficiali. Il programma ATC, esteso a livello mondiale, è un'iniziativa Autodesk per la creazione di centri di formazione di eccellenza in ogni nazione, e solo i migliori nel loro campo vengono riconosciuti tali; l'alta qualità richiesta nell'organizzazione della struttura, nelle attrezzature, nel metodo didattico e nella professionalità dell'istruzione permette a Volcano High di rilasciare a fine corso un certificato ufficiale Autodesk, riconosciuto in tutta Europa. L'attestato è numerato e strattamente personale, valido ai fini dei crediti formativi e garanzia della professionalità dell'evento seguito.

Certificato Autodesk Volcano High

Cosa ti servirà

Per seguire il corso sul tuo computer dovrà essere installatoAutodesk Revit (almeno in versione 2021) e, se possibile Microsoft Excel.  Quest’ultimo non è indispensabile: potrai utilizzare l’app Google Fogli in sostituzione di quest’ultimo.
Dynamo è già installato con Autodesk Revit, quindi non c’è bisogno di preoccuparsene.

Gli appuntamenti saranno tutti basati sull’uso di Revit, quindi di un PC, ma file delle esercitazioni e materiale didattico verranno condivisi sulla piattaforma Volcano Classrom, per gestire la quale è sufficiente un qualsiasi device: PC, tablet o smartphone, anche tramite App.

Le lezioni verranno erogate tramite Zoom, sempre attraverso la piattaforma Classroom.

Come iscriversi

Per iscriversi all’evento è sufficiente aggiungerlo al carrello e, nella pagina di riassunto dello stesso, procedere con l’ordine. Sarà poi sufficiente compilare i dati del form (personali e di fatturazione) e inviarli. Si può pagare con carta di credito, PayPal oppure fare un bonifico