4

Mappe di processo per PJM

Project Management – Modulo 3 di 8

Mappe di processo - Logo
Hands on
2022 – 2 appuntamenti.
Mappe di processo, project management, mappatura attività e ruoli, allegati ai contratti, ottemperanza contrattuale, pagamenti incontestabili
.

 

Giovedì e Venerdì, 23 e 24 Febbraio 2023.

€ 199,00 IVA COMPRESA

In ogni azienda, tutti i giorni vengono attuate decine di processi e procedure. Processi e procedure sono “il modo in cui si fanno le cose”, e si rivelano spesso essere lo spartiacque tra successo e fallimento degli obiettivi. È fondamentale per qualsiasi organizzazione – così come per la libera professione – conoscere a fondo i propri workflow, analizzarli, sottoporli a stress e revisione, migliorarne le performance costantemente.

Fino alla validazione dei contratti

Questo evento Volcano Series è pensato per essere utile a qualunque figura professionale – dal libero professionista al manager d’azienda, fino all’avvocato – che abbia la necessità di imparare uno strumento pratico ed esecutivo per migliorare il flusso di lavoro proprio, del team o dell’impresa intera, della parte operativa o della contrattualistica, analizzando e organizzando il flusso di lavoro in modo logico e oggettivo, creando documenti di validazione di workflow e contratti, diventando chiave di volta dell’efficienza professionale.
In ambito BIM, inoltre, a maggior ragione emerge con forza la necessità di comunicare i processi efficacemente: l’intero ecosistema produttivo vive infatti di processi e procedure che devono essere diffuse, comprese, apprese e utilizzate da team di lavoro vasti, anche dislocati geograficamente, composti da elementi con competenze e finalità diverse che operano in fasi di progetto differenti.
Le mappe di processo sono utili a preparare con maggiore efficacia la certificazione SGBIM, prevista dalla UNI/PdR 74:2019, attuale prassi di riferimento del sistema di gestione BIM.
Sono un linguaggio universale della strategia di azione che non solo è necessario in un’azienda virtuosa, ma essenziale.

Tipo evento
Hands-on.
Ci saranno spiegazioni teoriche, ma anche tanta, tanta pratica. Prepareremo insieme mappe di processo affinando il pensiero logico, producendo output che possano essere impiegati fin da subito nella professione o in azienda.

Date 
Giovedì 23 Febbraio 2023, 9.30 – 17.30.
Venerdì 24 Febbraio 2023, 9.30 – 17.30.

Condizioni partenza
– Min. 5 partecipanti.
– Max 16 partecipanti.
In caso di mancato raggiungimento del numero minimo il workshop verrà annullato e la quota versata per l’iscrizione sarà interamente rimborsata.

Pre-requisiti
Non è richiesta nessuna conoscenza pregressa di Project Management: si mapperanno i processi già di propria conoscenza.

Con
Simone Pozzoli
Potenziamento professionale
L’obiettivo di questo evento è la creazione della competenza specifica di mappare i processi, propri o altrui, in modo professionale ed efficace, per organizzare al meglio flussi di lavoro.

Live streaming 
Potrai seguire il corso utilizzando i Computer Volcano High da remoto: le lezioni si terranno via Zoom.
Per partecipare all’evento ti servirà un computer, anche portatile perché, dopo averle studiate su carta, svilupperemo le mappe mentali e gli appunti Cornell con software gratuiti che saranno da installare, disponibili per Mac, Windows e Linux.

Tutto su Volcano Classroom
Le series si seguono utilizzando la nostra piattaforma Volcano Classroom.
Si acquista l’evento, vi vengono inviati i dati di accesso (per una volta, validi per sempre) si entra a far parte della community che la segue – compreso l’istruttore – si vive l’evento, ci si scambia opinioni ed esperienze sul forum dedicato rendendosi utili gli uni per gli altri, si caricano file, lezioni, esercitazioni, con qualsiasi cosa abbiate a disposizione, PC, tablet  o smartphone.
E lì rimangono per sempre.
Perché finita la Series non si smette di essere compagni di viaggio.
Scopri di più >
 

Quali argomenti affronteremo

Le basi della mappatura dei processi
Dopo aver introdotto le mappe di processo e mostrato case study di loro applicazioni pratiche, partiremo comprendendo che cosa sia un processo cosa lo distingue da una procedura e da un progetto. Procederemo poi esaminando alcune tecniche di analisi che ci consentiranno di raccogliere tutte le informazioni necessarie per una mappatura corretta.  A questo punto affronteremo i due strumenti più utilizzati per la rappresentazione grafica dei processi: I diagrammi di Flusso Interfunzionali e le BPMN 2.0 (Business Process Model Notation). Capiremo le differenze tra i due strumenti e quando sia opportuno utilizzare una piuttosto che l’altra in modo da renderne accessibile il contenuto anche a non addetti ai lavori.
Nella seconda parte della lezione parleremo degli strumenti che permettono la creazione di mappe: software e/o fogli di carta.
Vedremo quali software e servizi web gratuiti esistono, e come possiamo usare anche semplici blocknotes per sviluppare bozze di mappe fatte a mano, con penne, matite e righello.
Infine, affronteremo il workflow per una prima creazione: dalla bozza su carta al software. Lasceremo come compito quello di impostare una prima mappa in ambedue le versioni, semplicemente riproducendone una già fatta.

Regole e sintassi di una mappatura efficiente
Nella seconda lezione andremo in profondità nelle loro regole di sintassi  perché i diagrammi costruiti siano formalmente ineccepibili, in modo che possano essere impiegati in documentazione ufficiale, come quella atta all’ottenimento di certificazioni (come l’ISO 9001:2015) e/o quella con valore legale, come il Capitolato informativo o il Piano di gestione informativa del BIM.
Alla fine della lezione creeremo una prima mappa di processo autonoma e basilare, rispettando regole e sintassi viste insieme. Il tema verrà assegnato da noi.
Mappatura strutturata dei processi
Nella terza lezione faremo il salto che ci porterà alla creazione di mappe di processo professionali. Esamineremo i vantaggi e gli svantaggi tra un processo di mappatura “analogico” e uno digitale, capendo come fonderli in un workflow operativo efficiente. Useremo le mappe create al termine della prima lezione come base di ragionamento.
Ci addentreremo nei diagrammi strutturati e non, negli schemi di sequenza, ci occuperemo di selezione, iterazione, di modelli di processo pubblici, privati, di collaborazione e coreografia, di eventi, attività, flussi, Poll e Lane e tanto altro.
Infine, creeremo un’altra mappa nella quale inseriremo tutti gli accorgimenti visti insieme, perché sia strutturata per descrivere e comunicare efficacemente il processo.
In vista dell’ultima lezione ci daremo il compito di crearne una in autonomia: ognuno sceglierà un tema di interesse personale per mapparne il processo, che condividerà con gli altri sulla piattaforma Volcano Classroom.

Analisi delle mappe create e perfezionamento competenze
Nell’ultima lezione chiuderemo il cerchio sulle mappe di processo analizzando insieme le mappe sviluppate dai partecipanti in totale autonomia, rilevandone i punti di forza e le aree di miglioramento, all’interno dell’ampio ventaglio di processi scelti.
La lezione sarà un efficiente Debriefing (come quelli che vengono fatti a livell odi management) che imprimerà in modo solido comoscenze e competenze nei partecipanti. Al termine avrete acquisito capacità e strumenti per analizzare descrivere e comunicare efficacemente qualsiasi tipologia di processo.